live training

Considerare l’eLearning come una raccolta di moduli online è riduttivo e semplicistico. La formazione a distanza oggi comprende un insieme di soluzioni tra loro integrate che permettono di progettare dei percorsi personalizzati e massimizzare l’efficacia del corso. Anche se le modalità di fruizione sono cambiate, il live training ha ancora un ruolo importante nell’epoca dell’eLearning.

Le nuove tecnologie e l’evoluzione delle metodologie didattiche hanno sicuramente cambiato il modo di fare formazione. Per gli studenti di oggi è molto più facile seguire un training personalizzato anche senza la guida di un docente grazie a librerie eLearning sempre più ricche, percorsi guidati strutturati e il supporto dell’intelligenza artificiale. Ciononostante, il live training ha ancora un impatto innegabile sui risultati della formazione. 

Anche se il ruolo dei docenti e i mezzi con cui si interfacciano con gli studenti sono cambiati, la guida di un coach facilita l’apprendimento e rafforza l’assimilazione delle informazioni acquisite durante lo studio in autoapprendimento. I nuovi ritmi lavorativi rendono sempre più difficile la calendarizzazione delle lezioni in presenza, mentre le nuove tecnologie consentono maggiore flessibilità e rendono la formazione potenzialmente sempre disponibile.

Vediamo in che modo il live training arricchisce l’esperienza formativa:

Esperti nel relazionarsi con le altre persone

Le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale hanno reso la formazione più adattiva e flessibile, ma non hanno ancora sostituito la relazione tra docente e studente. Secondo Daphne Koller, presidente e co-founder di Coursera, le persone sono animali sociali a cui piace imparare dai propri simili.

I docenti sono in grado di coinvolgere gli studenti nella lezione scegliendo gli argomenti più adatti ai loro obiettivi formativi. Inoltre il live training permette di chiarire eventuali dubbi sorti durante lo studio in autoapprendimento. Infine, gli insegnanti sanno adattare il proprio stile comunicativo alla persona che hanno di fronte così da rendere l’esperienza formativa personalizzata e rilevante per lo studente.

Facilitatori dell’apprendimento

Anche se le moderne piattaforme eLearning presentano degli strumenti che aiutano lo studente a muoversi nei contenuti didattici, i docenti riescono ad individuare con precisione le aree di miglioramento su cui lavorare e danno agli studenti un supporto personalizzato. I coach adattano i programmi delle lezioni in base al percorso dello studente e ai progressi fatti durante il corso e lo aiutano a restare focalizzato sui propri obiettivi formativi limitando il calo della motivazione e delle prestazioni.

Approfondimento delle risorse

In qualità di esperti di un determinato argomento, i docenti possono colmare eventuali lacune ed approfondire le tematiche affrontate nelle risorse didattiche. A volte lo studio in autoapprendimento genera dei dubbi o delle curiosità e durante le sessioni di live training è possibile esaminare più in profondità questi argomenti anche attraverso un confronto interattivo fatto di domande, risposte e scambio di idee. I docenti possono anche arricchire le conoscenze degli studenti suggerendo loro delle risorse correlate o persino dei testi in aggiunta al tradizionale percorso.

Incoraggiamenti, stimoli e correzioni

Le sessioni di live training arricchiscono l’esperienza di apprendimento anche con incoraggiamenti e correzioni. I docenti più esperti sanno ispirare gli studenti e li motivano a raggiungere i propri obiettivi formativi. Come afferma Daphne Koller nella sua intervista, in alcuni casi un insegnante particolarmente carismatico e stimolante può cambiare la vita degli studenti.

Le tecnologie hanno fatto sì che la presenza fisica del docente non sia più indispensabile, ma il live training è ben lontano dall’essere superato. L’esperienza dei docenti è ancora fondamentale per assicurare la massima efficacia del training, anche quando si tratta di formazione a distanza.

Share This